Bagliori e penombre

Bagliori e penombre

La vita è fatta di bagliori e penombre, di luci confortanti e chiare e di soffuse mestizie, mescolate a sopportabili dolori e a teneri amori. La luce irrompe dalla storia di un uomo che ha segnato di sé il mondo, dal meraviglioso passato che lo ha preceduto e dalle trame umane in cui si è sempre inscritto e che, rispettando la libertà di tutti, ha saputo trasformare in aneliti infiniti. È, a prima impressione, nel leggere le belle poesie dell'autore, la soffusa storia di Gesù, proposta con la delicatezza del linguaggio poetico, la sua profondità, i suoi misteri arcani, i suoi drammi profondamente umani e mai orientati o abbandonati alla disperazione. L'inizio struggente, oltre che tragico, parte dalla storia di un uomo, che può essere ciascuno di noi, stregato da trenta denari ieri come oggi, non disperato, né abbandonato se è vero quel "sorriso lieve sulle labbra ormai gelate" che apre a un futuro di redenzione se non di riscatto personale.

Increspature iridescenti, sfumature fluide e bagliori improvvisi si alternano a trasparenze appena accennate, in un gioco infinito di luce e cromia. - Va sotto questo nome un movimento letterario al quale diede vita in Milano, tra il 1860 e il 1870, un gruppo di scrittori e di artisti, diversi per temperamento, ma concordi nell'avversione al gusto dominante e alla tradizione, unanimi nella volontà di difendere l'autonomia dell'arte, di richiamarla a un più intimo contatto con la vita, a. Increspature iridescenti, sfumature fluide e bagliori improvvisi si alternano a trasparenze appena accennate, in un gioco infinito di luce e cromia. Increspature iridescenti, sfumature fluide e bagliori improvvisi si alternano a trasparenze appena accennate, in un gioco infinito di luce e cromia. - Va sotto questo nome un movimento letterario al quale diede vita in Milano, tra il 1860 e il 1870, un gruppo di scrittori e di artisti, diversi per temperamento, ma concordi nell'avversione al gusto dominante e alla tradizione, unanimi nella volontà di difendere l'autonomia dell'arte, di richiamarla a un più intimo contatto con la vita, a.

L’Associazione si propone inoltre come osservatorio della realtà culturale ed artistica dell’Unione Europea. L'Elogio della Poesia è un'associazione che si batte per la difesa e la diffusione della poesia, delle arti e del libero pensiero. L'Elogio della Poesia è un'associazione che si batte per la difesa e la diffusione della poesia, delle arti e del libero pensiero. Increspature iridescenti, sfumature fluide e bagliori improvvisi si alternano a trasparenze appena accennate, in un gioco infinito di luce e cromia. L’Associazione si propone inoltre come osservatorio della realtà culturale ed artistica dell’Unione Europea. L'Elogio della Poesia è un'associazione che si batte per la difesa e la diffusione della poesia, delle arti e del libero pensiero. L’Associazione si propone inoltre come osservatorio della realtà culturale ed artistica dell’Unione Europea. L’Associazione si propone inoltre come osservatorio della realtà culturale ed artistica dell’Unione Europea. - Va sotto questo nome un movimento letterario al quale diede vita in Milano, tra il 1860 e il 1870, un gruppo di scrittori e di artisti, diversi per temperamento, ma concordi nell'avversione al gusto dominante e alla tradizione, unanimi nella volontà di difendere l'autonomia dell'arte, di richiamarla a un più intimo contatto con la vita, a. - Va sotto questo nome un movimento letterario al quale diede vita in Milano, tra il 1860 e il 1870, un gruppo di scrittori e di artisti, diversi per temperamento, ma concordi nell'avversione al gusto dominante e alla tradizione, unanimi nella volontà di difendere l'autonomia dell'arte, di richiamarla a un più intimo contatto con la vita, a. L'Elogio della Poesia è un'associazione che si batte per la difesa e la diffusione della poesia, delle arti e del libero pensiero.