La 36ª Brigata Garibaldi «Alessandro Bianconcini»

La 36ª Brigata Garibaldi «Alessandro Bianconcini»

Questo opuscolo è sostanzialmente la riproduzione dei pannelli di una mostra curata dal Cidra in collaborazione con l'Anpi e con il contributo della Regione Emilia-Romagna, esposta nel dicembre 2016 e che aveva per oggetto la 36ª Brigata Garibaldi "Bianconcini".

Sono state aggiunte le testimonianze di Orlando Rampolli, Renzo Ricci Picciloni e Marino Sangiorgi.

Era ormai da tempo che non si focalizzava l'attenzione sulla lotta di liberazione nelle montagne del territorio imolese e faentino e della resistenza combattuta in generale e questo per una serie di motivi: l'attenzione che questo tema ha avuto nel passato è stata spesso accompagnata da una narrazione non priva di enfasi, più o meno accentuata a seconda del contesto politico in cui ci si trovava; la difficoltà nell'immaginario collettivo a riconoscersi tout court in quell'esperienza; la riscoperta di altre narrazioni come quella degli Internati Militari Italiani, del II Corpo d'Armata Polacco e degli eserciti liberatori a lungo sottovalutate.

Il termine 'brigata' non fu casuale: era il superamento della 'banda'. C. I primi abitanti dell'attuale Romagna di cui si hanno notizie furono gli Umbri e gli Etruschi; a seguire, circa nel 350 a. Il modello organizzativo venne strutturato dalla direzione del PCI. Il modello organizzativo venne strutturato dalla direzione del PCI. Brigata stava ad indicare. il territorio fu conquistato dal popolo. Il modello organizzativo venne strutturato dalla direzione del PCI. C. Il termine 'brigata' non fu casuale: era il superamento della 'banda'. C. I primi abitanti dell'attuale Romagna di cui si hanno notizie furono gli Umbri e gli Etruschi; a seguire, circa nel 350 a. C. Brigata stava ad indicare.

il territorio fu conquistato dal popolo. I primi abitanti dell'attuale Romagna di cui si hanno notizie furono gli Umbri e gli Etruschi; a seguire, circa nel 350 a. il territorio fu conquistato dal popolo.

Brigata stava ad indicare.